Malaga con neonato

Ciao a tutti, eccoci per una nuova Monkey’s review.

Quando avevo quattro mesi e mezzo, sono stato a Malaga.

La mia mamma, anche in questa occasione, aveva optato per un volo easyjet con partenza da Milano Malpensa. 

L’appartamento scelto per il nostro pernottamento, INMálaga Constitución, era in una posizione davvero eccezionale, esattamente sulla pedonale Calle Granada, a due passi dalla Cattedrale e dal Museo di Picasso. Una via gigante con un sacco di negozi!! Un sacco di gente!! Raggiungerlo è facilissimo: in taxi si è scaricati in Plaza de la Constitucion che dista 100 metri dall’appartamento, mentre la stazione dei treni dista circa quindici minuti a piedi. (partenza dall’aeroporto vicino al terminal T2).

undefined

L’appartamento era al quarto piano con ascensore. Quando sono entrato, ho subito notato che era arredato con mobilio nuovo, molto pulito e dotato di tutti i confort. Wi-Fi e televisione presenti. La cucina era ben fornita. Il bagno era un po’ piccolo, ma la mamma dopo aver gonfiato la mia vaschetta per il bagnetto da viaggio, mi ha lavato comodamente. Anche se la mamma l’aveva richiesta, non era presente la culla nella stanza ma ci siamo adattati senza troppi problemi. Nonostante l’appartamento si trovasse su una via incasinata, era insonorizzato molto bene.

undefined

http://www.inmalagaconstitucion.eshotel.site/

Per mangiare la sera non ha mai cucinato nessuno. Certe sere la mamma ha fatto arrivare un signore in bici con la pappa usando un’app del suo cellulare chiamata Glovo, mentre altre siamo usciti a mangiare nei dintorni. Era pieno di ristoranti vicino a casa nostra.

Nel corso dei giorni ho visto veramente tantissime cose. La pavimentazione stradale era impeccabile e sono stato comodamente nel passeggino.  Io e la mia famiglia ci siamo mossi esclusivamente a piedi. Solo per visitare alcuni posti sarebbe stato utile avere la fascia ma ve li segnalerò più avanti.

Il primo giorno siamo andati a piedi fino al Castillo de Gibralfaro. La strada è lunga e in salita, ma c’è una splendida vista ed è il percorso è punteggiato di rigogliose buganvillea e altre piante piene di fiori profumati. Io sono stato sul passeggino mentre il papà mi spingeva.  Avremmo potuto prendere il pullman numero 35 ma papà è uno sportivo, quindi tutta a piedi per la gioia di mamma che stava morendo dentro.

Dalla cima del castello c’è una bella vista di tutta la città, muoversi al suo interno con il passeggino è scomodo perché ci sono molti gradini, quindi i miei genitori mi hanno preso in braccio.

Tornati in centro, abbiamo visto esternamente il teatro romano e siamo entrati nell’Alcazaba. Che bel palazzo!! Ci sono un sacco di chiostri e giardinetti. Muoversi al suo interno con il passeggino è molto scomodo. Conviene chiuderlo e farsi prendere in braccio.

http://www.malagaturismo.com/it/tourist-resources/detail/lalcazaba/6

Dopo mi hanno portato alla Bodega El pimpi, che è un locale un po’ famoso perché storico e ci hanno anche girato dei film. Non è economico ma il suo interno è molto caratteristico. Io ho pranzato e i miei hanno bevuto una cosa. Anche in questa città i fasciatoi, nei locali che ho frequentato, erano assenti.

https://www.elpimpi.com/

Dopo aver girovagato un po’ per le vie del centro siamo andati al Centre Pompidou. A mia mamma piacciono i musei. Questo era veramente strambo, c’erano un sacco di colori e robe proprio bizzarre. Ho visto per la prima volta le pecore, però per me erano un po’ malate, mi sembravano un po’ immobili. Saranno state stanche.

https://centrepompidou-malaga.eu/

Il secondo giorno invece siamo andati a fare un giro in un bel mercato con un sacco di cose buone da mangiare. Il Mercado Central de Atarazanas è ricco di prodotti tipici andalusi. Oltre ai banchi di carne e pesce, è possibile trovare i banchi delle spezie e della frutta. Sono presenti diversi bar che offrono cucina a buon prezzo.

http://www.malagaturismo.com/es/recursos-turisticos/detalle/mercado-central-de-atarazanas/455

Dopo avere fatto un bel giro per le viuzze intorno al mercato i miei genitori mi hanno portato al Museo del vino. Papà è sommelier quindi era una tappa inevitabile.

Il pomeriggio è successa una cosa molto emozionante per me: ho visto per la prima volta una pozzanghera gigantesca. La mamma l’ha chiamata mare, è stato molto bello.  Mi hanno portato in una spiaggia famosa La Playa de La Malagueta che è la più centrale in città, ed è riconoscibile da un’enorme, scritta “Malagueta” al suo ingresso.

Noi ci siamo arrivati a piedi ma si può prendere l’autobus  numero 14, che lascia proprio sul lungomare, a pochi passi dalla spiaggia.

Per comodità siamo andati in una spiaggia attrezzata e con 10 euro (Maggio) abbiamo preso due lettini e un ombrellone.

Il terzo e ultimo giorno abbiamo girato bene la zona centrale entrando nella  Catedral de Nuestra Señora de la Encarnación. Povera Cattedrale, la chiamano La Manquita (La Monchetta) perché ha una torre sola ma a me è piaciuta tanto. In seguito abbiamo visitato il Museo di un certo Picasso https://www.museopicassomalaga.org/.

Il pomeriggio invece abbiamo visitato un altro posto strambo di quelli che piacciono a mamma.  Una mostra multisensoriale dedicata a un tizio con un orecchio solo che si chiama Van Gogh. Una sinfonia di luci, colori e suoni. Io ero come ipnotizzato, mi è garbata parecchio. https://vangogh.es/es/inicio/

Nella zona del porto ho visto molti parchetti con i giochi per bimbi grandi, un sacco di negozi sfiziosi per fare shopping e bar per bere un aperitivo. C’erano anche delle barche grosse, ma così grosse, che sicuramente appartenevano a persone che non possono permettersi una casa di mattoni. 

La mamma al solito, in caso di necessità, vi segnala che ci sono un sacco di pediatri a Malaga. https://www.doctoralia.es/pediatra/malaga

Insomma vi ho raccontato tutto.. proprio bella Malaga! Mi sono accorto di aver chiacchierato molto oggi. Direi che sono stanco.

Seguite la mamma su Facebook se la lascio dormire è una persona simpatica!! Ciao tutti!!!

10 pensieri riguardo “Malaga con neonato

    1. In questo caso l’avevo trovato su Booking.com e poi avevo contattato direttamente la struttura. 🤗 La vaschetta gonfiabile l’ho comprata su Amazon e ci ho abbinato una pompetta elettrica da campeggio presa da Decathlon.

      Mi piace

  1. Complimenti per l’articolo e tutti i luoghi che hai visitato. Avevo sentito parlare di te ed il tuo stile di scrittura dal punto di vista del tuo bambino…..devo dire che mi piace un sacco. E mi sono persino iscritto …ciaoooo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...