Viaggiare con i bambini: regole dal mondo

La società di oggi tende a voler uccidere i genitori.

La casa deve essere ordinata, il bambino curato, i consigli da parte di chiunque si sprecano, i genitori si giudicano gli uni con gli altri, devi saper fare le torte con delle decorazioni che “Michelangelo spostati” e soprattutto, se sei una mamma, devi tornare “figa” a due giorni dal parto.

Dovunque vi giriate c’è qualcuno che parla, in modo più o meno competente, di bambini. Le teorie riguardo qualsiasi fase della crescita sono ovunque e per qualsiasi argomento: alto contatto, medio contatto o basso contatto? Allattamento naturale, misto, prolungato oppure artificiale? A richiesta o a orari? Svezzamento tradizionale, svezzamento secondo principi etici/diete particolari o auto svezzamento? Fate la nanna, co sleeping o compro la “next to me” e non mi schiero? La diagnosi poi è dietro l’angolo: bimbi indaco, disturbi da deficit di attenzione, ecc. I vaccini si o no? Baby parking o asilo nel bosco? E non dimenticate che l’approccio Montessori va un casino! Insomma sembra che ci sia una teoria per tutto supportata da psicologi, pediatri, pedagoghi e “esperti”.

Come diceva il caro Umberto Eco: “I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli!”… standing ovation, dieci minuti di applausi.

Io non ho la minima intenzione di fare nulla di tutto questo. Per deformazione professionale, per studi fatti e soprattutto grazie ai viaggi ho imparato a non giudicare a priori. Almeno ci provo. Sicuramente, se mi chiedete esplicitamente un parere professionale sulle varie tematiche, ho i miei credi, ma non ho la pretesa che vadano bene a tutti. Come ho già detto, ogni famiglia è un mondo a sé e deve trovare il suo equilibrio.

Ci sono cose che però valgono per tutti allo stesso modo.

I bimbi: “Non sono alberi” e devono “poter fare i bambini”; questo però non autorizza nessun genitore a non insegnare il rispetto delle regole, la buona educazione e il vivere in una società.

Quando si viaggia, ma direi sempre, ci sono regole da rispettare.

Le regole cominciano sul mezzo trasporto e continuano nella vostra destinazione.

Le leggi del posto che visitate possono non essere le stesse che ci sono in Italia, ma dovete rispettarle.

Clamorosi, ad esempio, i casi di due famiglie italiane (è successa la stessa cosa due volte), una volta in Svezia e una volta in Norvegia.

Nel caso norvegese la famiglia era al ristorante. Il figlio in seguito a grosse scene per una pizza era stato schiaffeggiato dal padre. Scandalo dei presenti. La storia finisce con una condanna a un mese di carcere.

Le sculacciate sono vietate per legge in 52 Paesi.

Oppure i due ragazzi italiani che in Thailandia, strapparono la bandiera nazionale perché ubriachi: arrestati e obbligati a chiedere scusa in un video. Video nel quale, fecero una figura ancor più barbina, dimenticandosi, che anche in Italia, il vilipendio alla bandiera sarebbe reato.

Il mondo è bello perché è vario, ma vale la pena informarsi.

Se allattate al seno, controllate se nel luogo che state per visitare, è accettabile o meno farlo in pubblico. In alcuni paesi è del tutto normale, mentre in altri si invitano le mamme ad allattare in luoghi più riservati.

Ricordatevi che in alcuni stati le norme religiose influiscono in modo determinate. Ad esempio: se vi recate in Israele, ricordatevi che lo Shabbat (riposo) inizia il venerdì pochi minuti prima del tramonto e termina il sabato dopo il tramonto. Tutto si blocca e quindi con dei bambini piccoli la cosa può essere un problema. Sapendolo preventivamente ci si può organizzare.

In alcune spiagge giocare con i nani a prendere “come ricordino” sabbia, conchiglie e coralli è reato. Lasciare le spiagge pulite ed esseri rispettosi della fauna marina non sempre è solo questione di buon senso. Note sono le multe per le stelle marine. (Non vanno toccate perché le mani dell’uomo possono schiacciare o danneggiare le loro piccole strutture. Tirandole fuori dall’acqua le uccidete.)

La parola “chiave” per scoprire se esistono leggi, usi, costumi e norme particolari nel luogo dove vi state per recare è RICERCA.

Muovendosi con dei bambini piccoli è fondamentale.

Internet e le guide sono il miglior ausilio.

Alla prossima.. e nel caso in cui doveste trovarvi a Omaha (Nebraska) e decidiate di andare a messa, sappiate che se un bambino rutta durante una funzione i suoi genitori possono essere arrestati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...