Sweet dreams are made of this.

Dormire è una parola dal suono meraviglioso, per qualcuno come me, un vero piacere.

Quando arrivano i bimbi, purtroppo, per alcuni genitori rimane una sorta di ricordo lontano che lascia spazio a occhiaie, stanchezza e progressivo desiderio di lasciarsi morire in un fosso accanto a una strada.

Qualche strana magia però spesso aiuta ALCUNI bimbi a dormire in auto e sui mezzi.

Nella fase di pianificazione di un viaggio (macchina, treno, aereo, ecc), soprattutto con i gruppi “Stewie Griffin”, “Chucky la bambola assassina”, ricordate che la scelta del trasferimento notturno semplifica e migliora molti aspetti con qualsiasi mezzo voi scegliate. Alcuni bambini, in particolare del gruppo “invertebrati”, invece, magicamente, si addormentano anche di giorno.

Le parole magiche sono: vibrazioni, suoni bianchi e immobilità.

Approfondiamoli nel dettaglio.

  • Suoni bianchi: suoni di ampiezza costante in tutta la sua gamma di frequenze udibili, in altre parole la somma di tutti i suoni, in analogia con il colore bianco, che è il colore somma di tutti gli altri. In pratica: il rumore della pioggia, del mare o dell’acqua che scorre, il phon, la cappa della cucina, l’aspirapolvere, il ventilatore, ecc. Questi suoni hanno, su adulti e bambini, un effetto rilassante. In macchina, aereo, treno avviene la stessa cosa: il suono tendenzialmente costante del mezzo può produrre un rilassamento e far addormentare. Tempo fa, era virale il video del papà che facendo “Ohm” addormentava il suo bambino, inconsapevolmente, usava una sorta di rumore bianco producendo un suono costante, ripetitivo e prevaricando gli altri rumori.
  • Vibrazioni: sui mezzi di trasporto ci sono delle inevitabili vibrazioni. Queste producono in alcune persone un rilassamento. Se riflettete, è lo stesso principio dell’essere cullati. Pensate che la cosa è talmente efficace che sia la Ford, che la Renault in collaborazione con Chicco, hanno progettato: i primi una culla, gli altri un dispositivo da agganciare che simula le vibrazioni della macchina

https://fordmotordreams.ourworkurl.com/

https://www.chicco.it/prodotti/8058664111435.the-dream-cradle.a-passeggio.accessori-passeggio.html

In commercio c’è anche la culla https://www.happiestbaby.com/pages/snoo che si basa sullo stesso principio.

  • Immobilità: su qualsiasi mezzo, rispettando le norme di sicurezza, i bambini sono costretti all’immobilità perché seduti sui seggiolini, in braccio o su obbligatori posti a sedere. Progressivamente l’immobilità induce sonnolenza.

In un viaggio notturno, per quanto possibile, adattandovi come camaleonti allo spazio in cui vi trovate, cercate di riprodurre le routine della nanna che possedete a casa. Esempio: leggete il libro della nanna, guardate il cartone, coccolatevi. Fatto tutto il procedimento, si prova a dormire. Ricordatevi ciucci, copertina, oggetti transizionali vari. Durante la giornata prima della partenza non usate mai la tattica del “tenerli svegli”/“se non dormono di giorno, dormiranno tutto il viaggio” è un’arma a doppio taglio, potrebbero essere talmente stanchi da urlare e non riuscire ad addormentarsi. Rispettate i loro orari e le loro abitudini. Non abbiate la pretesa di imporre, i bambini non vanno addomesticati, ma accompagnati nel fare le cose.

Per migliorare la nanna in aereo, in treno, ecc dei bimbi che hanno diritto del posto a sedere, vi consiglio un prodotto sfizioso in due versioni: il pouf gonfiabile da viaggio.

Versione 1: https://www.rocketbaby.it/collections/accessori-necessari-viaggio-neonati-e-bambini-in-auto-aereo-e-passeggino/products/accessori-fly-tot-pouf-gonfiabile-da-aereo-876283000132?variant=8797651173425 pompa inclusa nella confezione

Versione 2:): https://www.amazon.it/Cuscino-gonfiabile-poggiapiedi-cuscino-bambini/dp/B07844YZ8R/ref=sr_1_10?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=1F6O1KCGT8XOL&keywords=pouf+gonfiabile&qid=1557851564&s=gateway&sprefix=pouf+gon%2Cbaby%2C181&sr=8-10 senza pompa

Un altro prodotto allettante per i viaggiatori incalliti è Jetkids di Stokke https://www.stokke.com/ITA/it-it/da-viaggio/5325.html. Non è economico, sarò sincera, ad esempio io spero che me lo regalino prima o poi, ma se avete intenzione di viaggiare molto è un investimento ammortizzabile, perché è adatto per bambini da 2 a 7 anni.

Il vostro bimbo nonostante tutto non cede a nessuna di queste “tentazioni sonnacchiose” o nel bel mezzo del viaggio si sveglia urlando? Al solito: calma e sangue freddo. Cercate di non farvi prendere dal panico perché peggiorereste solo la situazione. Anche sui mezzi pubblici adottate il più possibile le abitudini di casa e ignorate gli altri passeggeri, vedrete in poco tempo si calmerà. Ricordate che i nani hanno bisogno di contatto. Un abbraccio, dai 20 secondi in su, produce un ormone chiamato: ossitocina, noto anche come l’ormone dell’amore. Questa sostanza dà benessere al bambino, aiuta a rilassare, calma e fa sentire al sicuro.

Buon viaggio e buonanotte a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...